Jump to content

Recommended Posts

Riprendo con le modifiche, dando intanto un anticipo di quello che è stato appena fatto, appena faccio le foto posto il resto.
 
Scarico:
il lavoro di fare un foro da 35 mm  e un altro da 45 mm nella paratia davanti all'uscita dello stesso ha dato ben pochi risultati. In pratica si sente solo una piccola differenza nel rumore avvertibile da fermo e in movimento non si sente per niente. Mi consolo pensando che posso passare a gas aperto dappertutto senza attirare l'attenzione delle FF.d.OO. In pratica se si vuole davvero aprire lo scarico si deve rimuovere il catalizzatore per intero e ridurre a due sole le camere di risonanza, se si apre di più temo si debba rimappare.
 
Tubi in treccia per ABS:
Andrea (Superbiker) ha installato i tubi in treccia della FrenTubo e mentre lavorava mi ha fatto avere le foto che allego, con la promessa che non lo rifarà mai più, visto che ha dovuto smontare mezza moto. :o
 
Nelle prossime puntate maggiori dettagli su questa modifica e molto altro.
 
IMG_1463.jpgIMG_1464.jpgIMG_1465.jpgIMG_1466.jpgIMG_1469.jpgIMG_1470.jpgIMG_1471.jpgIMG_1472.jpgIMG_1473.jpg

Link to post
Share on other sites
  • Replies 270
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Lavoretti fatti durante l'inverno   Nuova copertura da SellaRace con quattro diversi tipi di vinile, ricamo e cuciture in grigio. Già da questa foto si vede un altro accrocchio inutile, ossi

Avendo w.e. liberi causa lockdown per Covid-19 qualche cosa da fare te lo devi inventare, se poi i corrieri funzionano ......     Poi qualche minchiatina....   E n

Ho pure l'abbonamento Amazon Prime, mi sa che non me lo faccio scappare. Così quando ti incontro ho un corpo contundente sotto mano

Posted Images

E la domanda, dopo i tubi in treccia, sorge spontanea: la frenata è cambiata così tanto da giustificare lo sbattone per l'installazione?

Io spero proprio di si.

La frenata sarà sicuramente migliorata, non so se sia possibile quantificare il cambiamento... a te come sembra ora?

Anche a me piacerebbe metterli, prima o poi...  :rolleyes:  :rolleyes:

Link to post
Share on other sites

Rispondo subito: non ne ho idea ;)

 

Il motivo è semplice, perché in abbinata c'è anche la pompa radiale, quindi adesso fermo la moto con un solo dito sulla leva del freno. Appena il cervello comanda al dito di frenare le pastiglie stanno già mordendo il disco, quindi il miglioramento è notevole. Ma a parte la difficoltà di stabilire, facendo 100 il risultato finale, in che percentuale i tubi e la pompa abbiano contribuito al miglioramento, di sicuro i tubi in treccia fanno la loro parte.

 

Ne vale la pena? Nel rapporto costo/beneficio ciascuno faccia le sue considerazioni: se vogliamo che anche l'aspetto "racing" ci metta del suo va bene, ma per un uso normale i soldi spesi non sono pochi. Di certo tubi in treccia+pompa radiale portano un bel miglioramento nella frenata, ma non ti so dire se solo i tubi (a parte l'estetica) valgono lo sbattimento. A complicare tutto c'è l'ABS, mentre una volta tre tubi costavano poco di acquisto e di installazione.

 

Aggiungo un'altra cosa: quanti di quelli che montano i tubi in treccia cambiano l'olio dei freni almeno ogni 2 anni? Sospetto che siano pochi, altrettanti quelli quelli che usano i tubi di serie in gomma. Ma qui andiamo OT.

Link to post
Share on other sites

Apperò!

Mi era sfuggito il dettaglio della pompa radiale... che va sicuramente ad aumentare di un bel po' l'efficacia della frenata.

Ho "assaggiato" la cosa sulla 01 di un nostro collega torinese... che bella sensazione quella di estrema corrispondenza fra il movimento del dito e il movimento delle pastiglie che mordono il disco!

 

Certamente l'accoppiata pompa radiale + tubi in treccia ha comportato un miglioramento notevole.

Difficile attribuire chi fa di più... io però propenderei per la pompa. ;)

 

Per quanto riguarda l'OT sull'olio freni... hai ragionissima.

Io l'ho cambiato già due volte, sulla mia... all'inizio di ogni stagione. Ma c'è chi non se ne preoccupa affatto. E invece dovrebbe... eccome!

:)

 

Aspettiamo notizia sulle prossime gnus!  :D

Link to post
Share on other sites

Grazie per l'importanza che dai alle mie modifiche ;)  Ma preparati a tante cose assolutamente inutili :D

Link to post
Share on other sites

Dico la mia sui tubi in treccia, sicuramente sono più "rapidi", ma avete provato a cambiare i guanti? Giusto questa mattina ho indossato un paio di guanti "estivi", leggermente più corti al polso e un po' più leggeri... Alla prima frenata decisa ho sentito una pinzata decisamente più "secca", quasi mi ha dato la sensazione che partisse la ruota anteriore...

Link to post
Share on other sites

NOTA: mi scuso per le foto con la moto bagnata ma avevo poco tempo quindi l'ho lavata e poi ho fatto subito le foto senza asciugarla :(ma non volevo farvi mancare i miei commenti.

 

 

Dovendo montare cose non proprio alla portata di un dilettante, ho lasciato la moto da Andrea (Superbiker) per un mese e quando sono passato a riprenderla era tutto sistemato a puntino, come sempre.

 

Veniamo alla descrizione delle modifiche, che comprendono anche i tubi in treccia, dei quali ho già scritto.

 

Portatarga Ermax

L'avevo visto in qualche foto e ho fatto un po' di fatica a trovarlo. Alla fine mi sono rivolto direttamente alla ditta in Spagna e l'ho comprato tramite il loro store on line. Compresa la spedizione l'ho pagato un botto (circa come quello Sport di Yamaha). Ho scelto questo perché fa anche da paraspruzzi per la ruota dietro e si mantiene il traliccio di serie ma questo portatarga è molto meno invasivo di quello originale, infatti è più corto. Arriva completo di catadiottro e luce targa.

IMG_1532.jpgIMG_1533.jpgIMG_1534.jpg

 

Frecce Sport Yamaha

Sono più belle di quell di serie e rispetto alle frecce a LED in commercio sono molto più luminose, quindi oltre che per estetica le ho scelte per la sicurezza. Le conosco bene perché le ho anche sulla 01. Per farle funzionare ho montato il collaudato relè elettronico sotto sella, del quale abbiamo già parlato QUI , anche se le frecce arrivano con le singole resistenze. Il portatarga Ermax è già predisposto per le frecce aftermarket, mentre per quelle anteriori Andrea ha montato i suoi adattatori in alluminio che sono molto più eleganti di quelli standard in plasticaccia che sono forniti con il kit delle frecce.

 

Cartucce anteriori e ammortizzatore Matris

Grazie alla convenzione del Club con Matris ho avuto un ulteriore sconto rispetto al prezzo richiesto on line da Carpi Moto. La forcella ora ha uno stelo con l'idraulica in estensione e l'altro in compressione. Il mono l'ho voluto con la classica molla arancio che distingue i mono Matris, in alternativa si può avere nera. Il mono ha le classiche regolazioni più il precarico remoto e l'interasse variabile. Il serbatoio del gas e il comando remoto del precarico sono agganciati al supporto pedana passeggero di sinistra, tramite una staffa compresa nel kit. Manca la manopola per la regolazione del precarico che non voluto perché un po' troppo invasiva. Adesso la regolo con una chiave da 8 mm in attesa di trovare una manopola minimale che esteticamente mi soddisfi.

 

La spesa è non indifferente ma il risultato dell'abbinata è spettacolare: la moto adesso è un rasoio, posso mettere le ruote esattamente dove decido io, in uscita di curva non è sovrasterzante e mi dà una grande sensazione di controllo. Anche le staccate in discesa non mi danno più l'ansia e la forcella affonda ma continua a lavorare. Il mono è rigido ma assorbe le asperità continuando a lavorare di idraulica. La moto non ha un assetto turistico ma è quello che volevo ottenere. E' ovvio che la moto di serie esce dalla fabbrica con un assetto che va bene (o male...) per tutti gli usi e in più con un occhio di riguardo ai costi, quindi se si hanno esigenze particolari bisogna cucirsela addossso e con le sole regolazioni possibili non sempre si riesce ad ottenere quello che si cerca.

 

Quando ho ordinato il kit ho indicato il mio peso con tuta e tutto il resto, segnalando che viaggio sempre senza passeggero e ho una guida sportiva. Il tutto è arrivato con le molle specifiche e le regolazioni impostate su queste richieste.

IMG_1538.jpgIMG_1541.jpgIMG_1546.jpgIMG_1547.jpg

 

Biellette leveraggio sospensione posteriore

Con l'occasione sono state montate le biellette che alzano il posteriore di 20 mm (interasse fori +3mm rispetto all'originale). Ho provato le biellette montate con già su le sospensioni Matris, quindi non riesco a distinguere l'apporto delle une e delle altre, tuttavia l'assetto più caricato in avanti si sente eccome, con una precisione di guida migliorata, infatti l'avantreno non dà più quella sensazione di leggerezza anche in piega. Invece gli effetti collaterali sono che la moto è più inclinata sul cavalletto laterale e si impenna di meno. Inoltre Andrea mi ha fatto notare che modificare l'assetto con le biellette è meglio che lavorare sull'interasse del mono (che abbiamo lasciato invariato) perché la sospensione lavora con le geometrie previste nel progetto del cinematismo. Visto che le biellette sono un articolo "povero" si possono acquistare quelle più economiche che vanno bene lo stesso. Io ho preso queste.

IMG_1587.jpg

 

Serbatoio olio freno posteriore riposizionato

La foto è pessima (è venuto a fuoco il rosmarino che c'è dietro e sfocato quello che volevo mostrare...) ma si vede lo stesso il risultato.

IMG_1535.jpg

 

Terminale dello scarico nero opaco

Della delusione nel suono dello scarico modificato ho già scritto in altro messaggio, qui mostro il terminale che è verniciato in nero opaco, che fa tanto "moto cattiva".

IMG_1536.jpg

 

Fianchi radiatore nero opaco e copertura tappo "cinese"

Le coperture sono quelle che vende Yamaha, ma sono state anodizzate di nero per dare un aspetto più cattivo all'insieme. La copertura del tappo è una cinesata un po' tamarra, ma è sempre meglio del sottostante tappo il stile Fiat 600 del 1964.

IMG_1537.jpg

 

Cupolino e unghia sotto faro nero opaco

Adesso sono dello stesso colore e non fanno a pugni con il resto. L'ideale sarebbe verniciarli Matt Grey come il serbatoio della moto, ma non ho nessuno sotto mano che me lo possa fare quindi per adesso restano così.

IMG_1539.jpgIMG_1545.jpg

 

Pompa freno radiale e specchietti Rizoma

La pompa radiale abbinata ai tubi in treccia fa un gran bel lavoro. Gli specchietti della Rizoma sono più bassi di quelli originali e danno un tocco di pregio. Ho dovuto cambiare anche la leva del freno per abbinarla a quella della frizione, quindi ho ordinato una coppia di leve dallo stesso fornitore delle altre e quella del freno monta perfettamente ma l'anodizzazione, che nella foto sembra identica, è diversa come brillantezza e tonalità di colore, ma quest'inverno basterà farle rianodizzare entrambe e diventeranno identiche.

IMG_1542.jpgIMG_1544.jpg

 

Direi che per un po' posso stare tranquillo (si fa per dire): alla fine di questa tornata di lavori mi trovo una moto molto più godibile, con dei tocchi personali che me la fanno sentire più "mia" e con un aspetto meno "povero" rispetto alle finiture di serie.


Aggiungo un paio di feedback negativi:

  • Ho eliminato le grafiche adesive che avevo messo sulle prese d'aria: sono veramente misere e non hanno nemmeno le dimensioni corrette per adattarsi perfattamente come se fossero state montate in fabbrica. Costano troppo per quello che sono.
  • Le protezioni in gomma da incollare sul forcellone si staccano soprattutto sui bordi dando un aspetto poco curato, inoltre nello spazio che si crea tra gomma e forcellone si infila lo sporco che in più si appiccica alla colla. Si potrebbe fare di meglio.

Infine: uso degli stivali racing e nonostante abbiano la pelle scamosciata sul lato interno a protezione della cerniera mi trovo il paratacco della pedana sinistra tutto segnato. Che posso mettere sul paratacco? Ho trovato l'antisdrucciolo adesivo in fogli, quello che usano sui telai da cross per fare attrito con il gambale dello stivale oppure sugli skateboard, ma mi sembra troppo abrasivo per l'uso che voglio farne io.

Link to post
Share on other sites

Addendum:

  • Ho smontato il faro posteriore Rizoma e rimontato quello di serie che nasconde meglio il fatto che ho rialzato la sella, che nella parte posteriore è più alta di almeno 3 cm.
  • Il kit Matris per la forcella comprende solo la parte interna, i foderi sono quelli di serie ma anodizzati in nero.
  • Tra le cose inutili c'è anche il tappo dell'olio Evotech e le valvole dei cerchi a 90°.

 

@Etorty: in pratica vivo in un cantiere e non ho uno sfondo decente per piazzarci la moto. Se riesco a trovare il tempo per farci un giro vedo di fare una foto decente.

Link to post
Share on other sites

Bello il rosmarino!!! :lol:

Bella l'idea dello scarico nero opaco e il kit Matris non ha bisogno di commenti.

Se trovi una soluzione per il battitacco fammi sapere che ho anche io lo stesso problema.

Il portatarga si attacca sul traliccio originale rimuovendo solo il plasticone che regge la targa o ti hanno mandato tutta la struttura?

Link to post
Share on other sites
Il portatarga si attacca sul traliccio originale rimuovendo solo il plasticone che regge la targa o ti hanno mandato tutta la struttura?

Il traliccio è quello originale, si monta solo la parte nuova in plastica.

Link to post
Share on other sites
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

Announcements


×
×
  • Create New...