Jump to content
Sign in to follow this  
Paolo64

(MT-09) Dischi freno a margherita

Recommended Posts

Ciao a tutti,

qualcuno ha provato i dischi a margherita su MT 09?

Sono solo un vezzo estetico oppure effettivamente funzionano meglio?

ho visto che li fa la Braking e poi ne ho visto altri che sembrano molto belli, venduti dalla AVDB su Subito.it a soli 200€ (coppia anteriore) ma non ancora omologati..

Qualcuno conosce questi prodotti?

Con l'occasione di cambiare dischi freno, può valere la pena di montare diametri maggiori es. 320mm invece che 300mm?

Share this post


Link to post
Share on other sites

AVDB non conosco, se non omologati non mi fido, con i freni non si scherza.

 

Riguardo il diametro...a meno di mettere dei distanziali per spostare le pinze non credo si possa installare :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per montare dischi più grandi direi che è obbligatorio inserire dei distanziali per le pinze.

Sarebbe interessante avere feedback da qualcuno che ha già provato.

Riguardo AVDB, di seguito ho inserito descrizione e foto (spero nelle modalità previste dalle ns regole) del venditore, se può essere d'interesse.. o magari qualcuno li ha già provati

 

"accessori moto vi propone la sua gamma di dischi wave / margherita chiamati anche dischi a petali. Questi dischi sono progettati per donarvi una migliore presa di frenata e migliorare esteticamente la vostra due ruote.
Dischi di ottima qualità, ideati per una maggiore presa di attrito con la presenza di fori previsti per un migliore raffreddamento del disco e una migliore tenuta.
Vengono montati in sostituzione ai dischi d'origine senza modifiche da apportare, il tutto ad un prezzo imbattibile.
IMPORTANTE: Questi dischi sono destinati ad un uso su PISTA. Non sono ancora omologati per la strada, perché la procedura di omologazione richiede tempi lunghi. Tuttavia, abbiamo avviato le procedure, ma non siamo in grado di darvi un termine preciso per l'ottenimento dell'omologazione. Sono necessari parecchi mesi. Naturalmente, questo non trascura la qualità del prodotto!

Diametro esterno: 300 mm Diametro interno: 132 mm Numero di fori: 5 Diametro dei fori di fissaggio: 8,4 mm Spessore: 5 mm "

 

image.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io per sicurezza starei su componenti omologati, senza strafare.

Detto ciò, il disco wave a livello stradale a mio parere è più un vezzo estetico: il profilo irregolare è stato inizialmente introdotto sulle moto da cross per permettere un più efficiente smaltimento del fango e dei residui terrosi, evitando così di ingolfare la pinza freno. Vero è che il sopraccitato profilo consente una maggiore ventilazione - e quindi un surriscaldamento minore - ma i vantaggi su strada a livello pratico - sempre secondo me - sono risibili.

Tanto per buttarla un po' in caciara - guardando nell'ambiente motorsport/road racing ad alti livelli - pochissime realtà utilizzano questo sistema, preferendo piste tradizionali ma con soluzioni più o meno esotiche:

 

Brembo - carboceramici a pista intera

2004.thumb.jpg.8affe4198b0cd081e049a6e35af042ac.jpg

 

Brembo -  T-Drive a pista forata

Brembo_TDRIVE.thumb.jpg.57596d5738fa21a1e1ee7f621324f1d9.jpg

 

PFM - ghisa duttile con scanalature (particolare ma impressionante, IMHO)

sportsdisc.thumb.jpg.4d7415e0b13675d2b8bcaf277d826810.jpg

 

EDIT: ho trovato un bel sito che fornisce in PDF un'approfondita analisi meccanica dei dischi wave, molto interessante. Suggerisco per il piacere della conoscenza di scaricare l'allegato. :Connie_click-me:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Enrico, non so al giorno d’oggi se con trattamenti particolari è cambiato qualcosa, ma in passato I dischi con pista frenante in ghisa, ottimi con l’asciutto, con il bagnato non frenavano.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero interessante il link che hai indicato!

scaricando il pdf integrale di analisi e confronto dei dischi tradizionali e wave si ha un quadro completo e chiaro (anche con una lettura veloce, lasciando hai produttori le formule per il dimensionamento dei carichi, ecc.).

Infatti si sbilanciano a dire che il wave può arrivare a un 30% di efficienza in più dovuta alla forma che aiuta lo smaltimento del calore e il mantenimento della pulizia a favore dell'efficienza e durata delle pastiglie.

Inoltre nel documento ci sono info anche sui materiali di costruzione delle pastiglie oltre naturalmente a quelli dei dischi.

Di fatto (se ho ben interpretato il tutto) nel documento si dice che il disco wave è più efficiente e costante nel tempo anche se soggetto a carichi maggiori (ai quali ben si sopperisce con materiali e progettazione adeguata)

 

Il tutto sempre per buttarla in caciara e per passione della discussione tecnica perchè al mio livello almeno non credo di poter apprezzare le differenze prestazionali se non quelle legate alla maggior stabilità nel tempo.

 

Però se si può avere di meglio... :yes:

 

In fondo i Kawa hanno wave e anche la MT 07 se ricordo bene

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mio personale feedback:

se cambi i dischi evita cineserie e orientati su marchi seri

i wave braking frenano molto bene ma sono un po' più aggressivi sulle pasticche

il vero vantaggio dei braking wave è la massa in gioco; un disco brembo serie oro che è uno spettacolo, da finito al limite di usura pesa di più di un braking nuovo con tutti i vantaggi giroscopici che comporta.

Per la strada non vedo altri vantaggi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Paolo,

per il tuo feedback!

Ho approfondito l'argomento (spero non troppo) per mia passione e per il piacere di condividerlo con tutti voi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

3 anni fa sono tornato dalla Norvegia dopo un lungo giro (stracarico ed in 2/zzr 1400) e mi sono accorto che frenando "dolcemente" avvertivo vibrazioni sul manubrio.Ho smontato i dischi,li ho portati in un'officina specializzata (comparatore) e mi è stato diagnosticato che i dichi (uno in particolare) erano "ovalizzati/pista non piana) e che volendo potevano essere "riparati" anche se sarebbero risultati di spessore molto vicino al limite.Decisi che avrei acquistato dei dischi nuovi e pensavo ai Braking già avuti su altre 2 moto.Parlando con il capo Team di un'officina di corse mi dicono che usano Braking perché...sono loro sponsor ma se potessero scegliere (a gratis,,,) monterebbero Brembo ...Torno a casa un po' confuso e... mi scatta la molla.Chiamo la Brembo e chiedo di parlare con un loro tecnico per chiarimenti sulla scelta da fare per dei dischi.Ho modo di parlare con una persona che mi ha dato subito la sensazione che fosse uno con i controcazzi e dopo avergli spiegato le mie ottime esperienze con Braking gli rivolgo "la domanda secca"...Perché non producete dischi a Margherita?????Dopo che il tizio ha abbozzato parole di elogio su Braking  (la professionalità non è acqua...) mi fa presente /sostanzialmente  che i dischi a margherita seppur belli offrono più svantaggi che vantaggi rispetto ai dischi tradizionali e questo è il motivo perché ai livelli massimi (mondiali auto/moto) vengono impiegati dischi circolari e si punta molto sui matriali impiegati e che la forma più "efficace" è quella del disco circolare/non a margherita.Mi è stato pure fatto presente chi è Brembo e che secondo loro l'estetica non può sopravanzare sulla funzionalità pura.Detto fatto comprai 2 dischi Brembo e...con le pasticche giuste hanno funzionato da Dio.

Penso che i dischi Braking siano stupendi e che funzionino alla grande e li ricomprerei,per l'estetica, ma convinto che non funzionino meglio di 2 buoni dischi Brembo...anzi

 

Giotek

 

Edited by Giotek

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Pietro2 ha scritto:

Enrico, non so al giorno d’oggi se con trattamenti particolari è cambiato qualcosa, ma in passato I dischi con pista frenante in ghisa, ottimi con l’asciutto, con il bagnato non frenavano. emoji6.pngemoji6.png


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

...io non c'entro mica... :unsure:

:icon_mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Pietro2 ha scritto:

Enrico, non so al giorno d’oggi se con trattamenti particolari è cambiato qualcosa, ma in passato I dischi con pista frenante in ghisa, ottimi con l’asciutto, con il bagnato non frenavano. emoji6.pngemoji6.png


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

 

I PFM hanno una loro formula proprietaria che pare garantisca prestazioni eccellenti anche in caso di pioggia (mi viene spontaneo crederci, visto che la ditta è dell'Isola di Man).

 

Se non sbaglio anche i miei ISR utilizzano una lega "ibrida", non mi/ci è dato però sapere quale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua! Io sulla mia ho montato i 320 del R1 con l’aiuto prezioso di Ghostrider!
Su ebay c’è il kit della braking completo di distanziale ma alla fine ho optato per la soluzione R1 oltre che per il costo molto inferiori anche perché ho sentito più di una persona che con i braking ha avuto problemi di vibrazione sul manubrio..
Purtroppo ci ho fatto meno di 500 km di cui quasi la metà per rodare le pastiglie quindi non posso ancora dare un giudizio completo ma per ora per me la modifica abbinata ad una pompa radiale vale veramente la pena..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho avuto i dischi Bracking davanti e dietro sulla mia MT-01 e a parte l'estetica non ho apprezzato particolari differenze. Invece la vera differenza l'ho sentita quando ho montato le pinze M4 della Brembo. Però sulla 01 i Bracking ci stavano benissimo insieme alle cento altre modifiche, alcune tecniche, altre solo estetiche :thumbsu:

 

Adesso sulla 09 sono in procinto di montare i dischi da 320 d'occasione ma nuovi di pacca, di derivazione FZ1 (anch'io ringrazio Manfred/Ghostrider per la dritta), con distanziali specifici. Quello che di sicuro mi aspetto è un maggiore effetto giroscopico che diminuirà l'agilità della moto, ma sulla 09 direi che è l'ultimo dei problemi. Confesso che al 90% la motivazione per la modifica è che con lo 01 frenavo alla grande solo col dito indice e con la 09 vorrei avere lo stesso effetto, ma stavolta senza svenarmi :unsure: Per il resto vi farò sapere.

 

I dischi da 320 però lavoreranno insieme a nuove pastiglie e ad una pompa freno radiale Brembo (di una 01, và che caso...) che già ho installato, all'avantreno ha una cartuccia Matris.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche a me piace frenare solo con l’indice, la soluzione l’ho trovata cambiando solo le pastiglie, le DID ZCOO.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per inciso la AVDB , non e´niente altroche un grossista francese che importa grosse quantita´di materiale dal Far East , qualita quindi ben lontana da quella che mi sento di consigliare .

proprio con quei bei dischi ho ancora dei bei ricordi...

FB_IMG_1445968673863.jpg

  • Like 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

neanche me lo sentissi...

 

ti è andata bene in quell'occasione 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Urka.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

messaggio ricevuto!

solo brand noti e certificati...

:imNotWorthy:

Share this post


Link to post
Share on other sites

...o comunque conosciuti. Ricordo che anni fa c'era qualcuno che aveva fatto fare dei dischi a margherita ed andavano bene ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...