Jump to content

Mamma Yamaha (solo quella Italiana?)...


Fritz

Recommended Posts

Aprendo questa discussione voglio precisare che sostengo la decisione di Gerribs di cercare qualunque strada per ottenere qualsiasi aiuto possibile da mamma Yamaha per far riuscire al meglio la nostra manifestazione di giugno. Ho quindi sottoscritto l'adesione al Club come ha proposto Gerribs e invito tutti a farlo - come unica strada logica per sostenere l'iniziativa partita dal nostro club e come atto di fiducia e ringraziamento alle innumerevoli attività di Gerribs che in prima persona ed a proprie spese ha affrontato questa impresa. :smt023

 

Ho bisogno però di esprimere chiaramente il mio giudizio sul comportamento di Yamaha verso la sua clientela; chiaramente con *Yamaha* devo per forza intendere Yamaha Italia in quanto non ho ancora capito bene se si tratti di politica marketing tipicamente italica o propria della casa giapponese. :-k

Ho acquistato e pagato in contante il loro prodotto. Non solo lo uso per mie finalità private, ma lo pubblicizzo attraverso la mia passione motociclistica su forum e tra la gente. Ho aperto un blog in cui lo promuovo. Per strada rispondo alle numerose domande che mi pongono altri utenti e risolvo anche problemi propriamente di attinenza del produttore. Le mie competenze, il mio stato di *opinion leader* (come ritengo lo siano tipicamente gli utenti del MT-01 che hanno sborsato una delle cifre più alte per una moto giapponese) e le attività che svolgo attivamente, sostengono il marchio Yamaha che ne trae sicuramente vantaggi in termini di immagine e vendita. Se poi allargo il concetto al nostro club MT-01.net, che conta oggi ormai 200 iscritti (diciamo almeno 100 attivi!), questo tipo di attività viene svolta con metodo ed in modo organizzato. Possiamo senz'altro dire che come punto di assistenza tecnica online della MT-01 siamo quelli più attivi.

Mamma Yamaha, vorrei sottolinearlo in questo quadro della situazione, non sta male economicamente, anzi:

http://tinyurl.com/6gpbca

Perchè sono deluso e critico sul comportamento professionale di Yamaha italia?

Per il solo fatto di occuparmi di un forum, di rispondere agli utenti risolvendo i loro problemi e proponendo soluzioni per migliorare la loro produttività, Microsoft mi ha riconosciuto il titolo di MVP (https://mvp.support.microsoft.com/gp/mvpawardintro) fin dal 2003, *premiando* le mie competenze e la mia attività con l'utenza con una serie di *regali* aziendali (prodotti Microsoft) che superando annualmente i 2mila dollari di valore (per singolo MVP!).

La *meritocrazia* che esprime il colosso mondiale informatico la dice lunga sul fatto di *sfruttare* gli opinion leader ed i più *bravi* per i loro scopi. Questo si chiama marketing. E' chiaro che per Microsoft agisco come tester, come punto di assistenza utenti, come esempio positivo per la clientela nuova che vuole acquistare un loro prodotto. Diciamo che per la mia disponibilità ed il mio *volontariato*, Microsoft mi riconosce qualcosa in cambio. Abbiamo trovato un giusto dare-avere che mantiene saldi ed equilibrati i nostri rapporti. Gli MVP nel mondo (oggi 4mila) hanno portato concretamente plusvalenza economica e lo dimostra anche il fatto che in Italia siamo partiti in una decina nel 2003 fino ad arrivare oggi a più di 60 (specializzati sui loro diversi prodotti).

 

Yamaha (Italia) invece cosa fa per noi (per il nostri club)?

 

Non credo serva scrivere altro.... [-(

Link to comment
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...