Jump to content

motociclisti ultimamente strani.


pudu364
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti mi capita sempre più spesso questo fenomeno ,allora stai facendo il tuo giro e nel tragitto tutti i motociclisti che incroci  ti 

 

salutano e quelli che ti superano lo fanno col piede ,ti sei anche fatto un pò di km insieme ma quando si arriva al ristoro--rifugio--bar--

 

ecc--ecc-- si tolgono il casco e l'incantesimo svanisce  nessuno ti caga più come per magia si diventa (AUTOMOBILISTI)  E CHE 

 

CAVOLO ! io voglio vedere gente che si scambia idee su moto e   magari ci si mette a tavola insieme e via

 

forse li ho incontrati solo io non sò può essere e quando parto alla carica mi piace vedere i volti un pò sorpresi ma dopotutto

 

piacevolmente coinvolti allora mi chiedo cavolo  rompiamo quel velo di riservatezza  almeno fra di noi.ciaooo

 

dicono che la moto sia la cosa più vicina al cavallo e fra cavallieri si fanno sempre 2 chiacchiere.

Edited by pudu364
Link to comment
Share on other sites

Certo è opportuno e piacevole essere (e non solo farsi vedere - leggi: apparire) parte di una famiglia, non solo quando ci si saluta per strada, ma anche quando si prende un caffè dopo aver fatto rifornimento...

A me è capitato di far due chiacchiere con sconosciuti, durante qualche giro in Francia, un po' di meno in Italia, in effetti... ma forse perché ho girato molto di là, e un po' meno di qua! ;)

Link to comment
Share on other sites

Massimo (Pudu) ha ragione. Al bar sul passo ci si guarda poco e si familiarizza meno. Ma io non ho problemi ad attaccare bottone (semai ho quello opposto che non lo stacco facilmente ;) ) e quindi riesco sempre a coinvolgere qualcuno. Qualcuno deve pur cominciare la conversazione, giusto?

Link to comment
Share on other sites

una delle poche volte che mi è capitato di vedere molta coesione è stato quella volta che

 

stavo tornando da madonna di campiglio arrivato al passo del tonale cercando un bar  e avendone

 

visto qualcuno ma desolatamente vuoto la mia attenzione si è soffermata su un locale pieno così 

 

di moto parcheggiate, incuriosito mi fermo anche io e dopo essere entrato ho subito capito che

 

qualcuno si era passato la voce ,nel senso che  a servire c'era una (@&*$*) da paura con salopet 

 

di jeans senza reggiseno che lasciava intravedere tutto... meno male questi sono i motociclisti che amo !

Edited by pudu364
Link to comment
Share on other sites

 meno male questi sono i motociclisti che amo !

 

 

Tu ami quel tipo di motociclisti, mentre io amo le bariste (@&*$*) da paura con salopet di jeans senza reggiseno che lasciano intravedere tutto.

 

A ciascuno i suoi amori...

Link to comment
Share on other sites

be... dipende anche da chi trovi, ho conosciuto un sacco di gente in giro per i passi soprattutto della bergamasca! poi ovvio non tutti sono attacca bottone

io a volte preferisco stare per i fatti miei ed uscivo senza nemmeno chiamare i miei amici perchè non voglio nessuno attorno ad impedirmi o condizionarmi il percorso, mentre a volte preferisco la compagnia

in passato uscivo sempre con un tipo un pò matto della Val Imagna conosciuto "su strada" che era diventato il mio "manager", in pratica lui che ha la faccia come il **** conosceva chiunque ovunque e se c'erano topine interessanti poi arrivavo io ad approfondire la conoscenza  :rolleyes:

ricordo una barista a piazza Brembana che parlava come uno scaricatore di porto ma con un fisichino e una faccina che non si dimenticano

nsomma solo questione di trovare gente e posti giusti

Link to comment
Share on other sites

a mè piace tanto la compagnia quando sono fermo 

 

un pò meno quando si và ,penso che il numero ottimale sia 3

 

perche se siamo in tanti ,uno deve pisciare l'altro deve fumare

 

un'altro l'hai perso da un pò  e ognuno ha il suo passo 

 

mi trovavo benissimo con un amico ma sto fesso ha venduto la moto

 

da giovanissimo avevo una bella compagnia poi arrivano i figli e tutti mollano

 

poi dopo anni si rivedono in giro ancora gruppetti su di età  daltronde la moto 

 

se l'hai nel sangue prima o poi esce prepotentemente.

Edited by pudu364
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Pudu hai ragione.

Io ho abbracciato la moto solo nel 2006, è quello che mi aveva subito colpito era proprio la facilità di fare amicizia, per strada tutti ti salutano, e quando ti fermi, basta avere il casco in mano e già ti trovi a parlare con qualcuno. anche se parti solo, solo non lo sei mai.

ultimamente è vero tutti salutano per strada, ma quando ti fermi fai più fatica a familiarizzare.

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...