Jump to content

(MT-03) Dynojet Power Commander V


durinVIII
 Share

Recommended Posts

l_dynojet.gif

 

PowerCommander-V.gif

Ok siamo in un po' ad avere questa centralina, al momento direi quella più avanzata, propongo di utilizzare questo topic per raccogliere il materiale che abbiamo trovato o che abbiamo creato.

io al momento sono nella fase iniziale quindi ho trovato parecchia roba e sto studiando.

sono partito da qua:

http://www.dynojetitalia.it/it/documentazione.php?d=MANUALI

ma il link non funziona riporta con un loop alla pagina iniziale.

la soluzione l'ho trovata dal sito dell'importatore:

http://www.faster96.com/it/marchio.php?m=DYNOJET

o meglio ancora qui:

http://www.powercommander.it/it/manuali_utilizzo_pcV.php

un altra cosa che non ho trovato immediatamente è stata la guida all'installazione:

http://www.powercommander.it/pdf/e22-097i%20MT-03_06.pdf

 

foto dei vari optional

pcvii.jpg

 

pagina della centralina:

http://www.powercommander.it/it/cosa_pcV.php

 

 

 

queste sono le basi dalle quali secondo me bisogna partire.

 

io sto cercando online esperienze, ma in pochi con questa moto hanno questa centralina, credo che i pochi siano qui!

da quello che ho potuto apprendere la sorella più OFFROAD (yamaha xt) ha valori di O2 differenti quindi cambiano parecchie cose...su quella ci sono pagine e pagine "australiane" molto interessanti.

Link to comment
Share on other sites

io ce l'ho ed installarla è un gioco da ragazzi.

 

Intervenire sulla mappa via PC è altrettanto facile ... basta editare la tabella giri vs % apertura farfalla (magari partendo da mappe che si avvicinano alla tua configurazione) e con lo switch te ne puoi caricare due, una la puoi impostare per il massimo risparmio di fuel (lean zone), l' altra per le massime performance (rich zone)

 

Poi da questo ad avere la mappa ideale ce ne vuole ma se installi un AFR e te la provi su strada, ad un buon compromesso ci arrivi a forza di tentativi.

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

beh il manuale è facile, è base, ma facile.

secondo me possiamo anche condividerle le mappe, ma non ha senso, sarebbero TUTTE basi di partenza...

o si passano 3 ore sul banco o si fanno giorni di prove...credo che il risultato sia lo stesso.

io fondamentalmente ho preso lo switch per questo, in uno una mappa standard (ci sono sul sito) nell'altro i miei esperimenti.

Link to comment
Share on other sites

io sto anche uccidendo di e-mail faster96...credo mi abbia preso per un virus! 

le domande sono molte, tipo:

si può collegare il sensore di velocità? se si si può anche correggere la velocità? 

si può collegare il sensore di marcia inserita?

Link to comment
Share on other sites

le pwc V sono già tarate per le moto per cui sono vendute. tipo la calibrazione del tps, della velocità o delle marce..poi tramite il software si possono rifare, ma per la calibrazione della velocità e delle marce è meglio il banco prova. anche io mi sto attrezzando con il voltimetro sulla lambda che fungerà da Afr, poi sto testando la mappa cosiddetta "spettacolo" del buon Mandrake, e rispetto quella standard della dynojet si percepiscono cambiamenti, soprattutto nel come salgono i giri. ora una volta che monto l'afr vorrei provare a modificarmi una mappa per la mia moto e il mio stile di guida, ma ancora non ho appreso come andare a cambiare i valori. se io avverto per esempio a 5000 giri in quinta a 100kmh un picco del rapporto stechiometrico ovvero uba carburazione che si sta smagrendo, dove vado ad agire nella tabella della mappa secondo la % di apertura della farfalla e dei giri motore?

Link to comment
Share on other sites

bella domanda ... e la risposta non è facile

ti consiglierei di aggiustare i valori delle celle (in questo caso diminuendoli) in orizontale sulla tabella corrispondenti ad i giri individuati ad una certa % di apertura farfalla (qui serve provare la giusta % apertura)

 

Attenzione al closed loop ovvero la zona in cui la mappa centralina fa poco o niente perchè i fuel iniettato arriva dalla sola rilevazione del rapporto stechiometrico della lambda ... ma anche se non ho le idee chiare dovrebbe essere sotto i 4500 rpm

 

Senza avere un banco c'è solo da provare per approssimazioni secondo me

 

ciao

Link to comment
Share on other sites

senza neanche un AFR rimane solo il giudizio personale di quando la guidi ....

 

Con AFR almeno se te ne vai in autostrada a fare una bella tirata, tranquilla marcia dopo marcia, tirando un pò con il gas puoi vedere se ci sono zone anomale di giri/apertura farfalla che meritano attenzione a livello rapporto stechiometrico... e tornato in garage aggiusti la mappa.

 

Per l'apertura farfalla uno va a tentativi nella zona di apertura che ritiene quella giusta .... poi verifica

 

Certo con una prova la banco è un altra cosa ma con la pratica e con un pò di pazienza credo si possano ottenere dei buoni risultati

 

Io almeno ho fatto cosi e non credo che sia molto distante da una situazione ottimale

 

ciao

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...