Jump to content

Recommended Posts

Ciao a tutti, sono reduce da una settimana in Val di Fassa, dove ho potuto provare la MoTo finalmente su strade "adatte"  B)

Ho fatto un bel po' di Km sui tornanti (giro dei 4 passi, Fedaia, Campiglio, ecc...), ancora una volta ho avuto la conferma che l'unico modo per migliorare la propria confidenza con il mezzo è... GUIDARE!  :thumbsup:

Ho cercato di mettere in pratica i (preziosissssimi) consigli di Gianni, appresi durante il corso, ma ho un paio di dubbi che vorrei condividere con voi, soprattutto riguardo la posizione in sella.

Il modo più sicuro e "corretto" per affrontare un tornante è stare all'esterno della propria corsia fino a circa metà, per poi, avendo piena visuale, chiudere la traiettoria accelerando. A inizio curva spostare le spalle verso l'interno, braccio esterno dritto, gomito interno a 90 gradi, ecc... (insomma la conoscete sicuramente meglio di me  :) )

MA... 

Stare all'esterno della propria corsia dovrebbe mettere al sicuro dalle auto che arrivano in senso opposto e invadono la nostra corsia, oppure da camper che inevitabilmente lo fanno per poter girare... ma se sposto il corpo all'interno per "far girare" la moto piegando poco e tenendomi un buon margine di correzione... rischio di andare vicino a chi dall'altra parte invade la mia corsia!  :blink:  Se invece affronto il tornante in modo "sbagliato", stando in asse con la moto (e piegando inevitabilmente di più), sto più lontano dall'altra corsia... estremizzando, potrei piegare di più la moto e stare addirittura dalla parte opposta alla curva, per tenera la testa lontana dai veicoli che arrivano dalla parte opposta e invadono la mia corsia (modo sicuramente SBAGLIATO di curvare, ma in due occasioni ho DOVUTO farlo per riuscire  girare e per stare a distanza di sicurezza da una BMW che stava scendendo un po' allegramente...e non proprio nella sua corsia!).

Voi che esperienze avete? E' "giusto" curvare in modo "sbagliato" se la situazione lo richiede, o bisogna trovare il modo di guidare nel modo corretto in ogni occasione, per mantenere al massimo il controllo del mezzo e i margini d'intervento?

(spero di essere stato sufficientemente chiaro nella spiegazione dei tre modi di curvare, in caso contrario metterò delle immagini!)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guidare e imparare, giusto.

 

Per quanto riguarda il dubbio sui tornanti ti sei già risposto da solo e nel modo corretto. Se ricordi le immagini che abbimao visionato nel briefing iniziale, abbiamo visto tre modi di stare in sella in curva e come cambia la posizione del baricentro. Nei tornanti stretti, come quelli che descrivi tu, la velocità di percorrenza è bassa quindi non serve guadagnare "spalla" della gomma spostando il baricentro all'interno, quindi la posizione da tenere è quella centrale, o addirittura quella con la moto più inclinata del busto del pilota. Ovviamente la centrale è la preferita, mentra si opterà per una maggiore inclinazione della moto dovendo chiudere rapidamente la curva, tipo quando un BMW taglia un po' troppo il tornante ;)

 

Quindi il modo "sbagliato" in questo caso non lo è per nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo, allora ho "sentito" bene! Si avvicinano i 4000 km e la moto non è più una sconosciuta da domare, ma sempre più una compagna da conoscere

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...