Jump to content

Ma l'educazione dovè finita? (saluto tra motociclisti)


billy
 Share

Recommended Posts

Ragazzi scusate lo sfogo ma ieri (e anche sabato) tornando da un giretto in moto mi sono dovuto arrendere all'evidenza dei fatti, cioè anche in moto l'educazione sta andando a farsi friggere !

Mi riferisco sopratutto al saluto che ormai è sempre più difficile vedere e che una volta era pratica comune quando due motociclisti si incontravano, le famose dita a V un lampeggio un gesto con il casco non si negavano a nessuno ora purtroppo non più !

Tra questi poi spiccano due categorie particolarmente "selettive " nel dispensare i loro preziosissimi cenni di saluto :

i BMWisti e gli Harleyisti che considerano degni della loro attenzione solo chi cavalca moto tedesche o americane, tutto il resto e cacca di mucca .

Ieri incontro due GS , io nostalgico dei bei tempi a debita distanza sporgo la mano in segno di saluto e.......non solo non ricambiano il saluto ma mi guardano seguendomi con la testa come se arrivassi da un altro pianeta ! :-k

Purtroppo di questi casi ne vedo sempre di più, nulla di veramente grave sintende però ecco mi lacia un pò l' amaro in bocca, vabbè vorra dire che arriveremo al punto che se saluto deve essere allora sarà limitato soltanto ai possessori di moto uguale alla propria senò [-X

Link to comment
Share on other sites

Che cosa brutta...io ci rimango malissimo quando non mi salutano :-( anche se devo dire che mi capita abbastanza raramente...

Pensa, l'estate scorsa siamo andati in Toscana, ed abbiamo incrociato un hornettista.. noi gli abbiamo fatto la V, lui ha iniziato a sbracciarsi!!!!! Mi ha fatto morire da ridere, e, soprattutto, mi ha fatto sentire felice... ho tenuto il sorriso per tutto il viaggio..

 

Però un po' è vero che i BMWisti si sentono una specie a sè... però non tutti...

Link to comment
Share on other sites

....forse perchè chi possiede HARLEY o BMW....appunto HANNO UNA MOTO......che è diverso da esSere MOTOCICLISTI :-$ ....

...poi si sa che sono dei durazzoni gli harleisti :lol: :-# .....e che il loro prezioso caffè non lo offrono agli sconosciuti :roll:

....ecco per loro ho io il saluto........ :smt098

Link to comment
Share on other sites

e invece secondo me i due che hai incrociato sono rimasti così colpiti dal tuo orco che non hanno capito più niente e risvegliatisi dall'elettro shock , eri già troppo lontano... :shock: , e meno male avranno pensato , percheè quelle dita a V potevano anche voler dire "ora vi suono tutti e due come tamburi" voi e i ferracci che vi portate dietro :evil: :evil:

Link to comment
Share on other sites

Bravissima Chiara, è proprio quello che intendevo, molte volte basta un piccolo gesto per far si che questo mondo appaia migliore, purtroppo la maggior parte delle volte non ci si saluta, non ci si parla, non ci si aiuta e così tutto sembra un pò più grigio.

Pensa che l' anno scorso durante un giro in moto con un amico incontriamo una signora anziana con una gomma della macchina bucata che si sbracciava nel tentativo di fermare qualcuno , ci fermiamo a cambiarle la gomma, era l'una del pomeriggio e lei ci dice che era lì dalle nove del mattino che erano passate decine e decine di macchine e di moto ma che non si era fermato NESSUNO.....NES SU NO ha aiutato una nonnina in difficoltà in mezzo alla strada.........

altro che saluto

 

 

PS per JAK e CARBON siete GRANDIIIIII :smt023

Link to comment
Share on other sites

Riguardo gli harleyisti, durante il raduno sul Garda dell'anno scorso, ho notato anch'io la loro *spocchia* [-( . Non di tutti per carità; alcuni (poche eccezioni) hanno ricambiato il mio saluto. Riguardo le BMW, anche domenica ne ho incorciate diverse e hanno generalmente ricambiato. Quelli che girano con sto freddo sono di norma i più appassionati e quindi probabilmente più rispettosi delle consuetudini motociclistiche.

Temo comunque che tanti motociclisti non lo sono veramente nell'animo ed esibiscono il loro mezzo semplicemente per ragion di apparenza e argomento di vanto con i propri cortigiani :-? Abituati a vedere il mondo dall'alto in basso, ignoranti realmente della tecnologia, passsione e cameratismo motociclistici, riescono a malapena a riconoscersi tra loro considerandosi una sorta di *casta* - ne più ne meno di quanto accade anche in altri ambiti.

Temo quindi che la maleducazione sia in effetti un atteggiamento trasversale a tutta la società, e non solo tra i motociclisti.

 

Tu continua a salutare sempre; cerchiamo di non farci travolgere da questa stupida arroganza...

Link to comment
Share on other sites

secondo me cercavano di capire chi eri non tutti conoscono certe usanze ( solo i più anziani della categoria.................. oggi ci sono proprietari di moto giovani che ste cose non le sanno così come i motociclisti della domenica..... mentre chi le sa sono magari i più anziani non come età ma come esperienza.... !!! ;-)

Link to comment
Share on other sites

...io cmq sia saluto sempre qualunque forma di mezzo a 2 ruote (esclusi spooter) gia 125 a marce rientrano nella categoria :mrgreen: e se non ricmabiano...bhe non sono io che c'ho perso...semplicemente mi dispiace che loro non capiscano nulla di che cosa voglia dire ESSERE MOTOCICLISTI

 

Motociclisti....strana, meravigliosa gente...

Link to comment
Share on other sites

:lol: eh si coi tempi d'oggi è meglio essere + chiari.....mi spiego:,,di base,preferisco e parto sempre come" ALTRUISTA"(non opportunista :-$ )..POI EVENTUALMENTE SELEZIONO E SCREMO SENSAZIONI/GESTI/PERSONE....

...nel caso del saluto motociclistico io saluto sempre...poi se non ricambiano me ne frego e li mando affanc....dentro il casco :smt003 ...

...se per caso dovessi poi riconoscere "l'antipatico" dopo...anzichè salutarlo parte direttamente il DITO :smt097 ....non a V ma singolo :smt003

:smt002 :smt006

Link to comment
Share on other sites

Per i giri domenicali su strade molto trafficate da amici motociclisti.. :-k

si potrebbe applicare sul manubrio una manina in plastica con le dita a VU su stelo elastico. ;-)

 

Per gli harlisti avevo in mente invece un bel dito medio estratto a pugno chiuso da applicare su un stelo che poi andrebbe usato come fa il papa in fase di benedizione. :smt003 Ovviamente evitare di *benedire* quei gruppi di harley bikers borchiati a meno che non si disponga di stage 3 e *manico* per una fuga bruciante... :smt005

 

Sto scherzando ovviamente... alcune Harley piacciono anche a me! :-D

Link to comment
Share on other sites

La vera storia del saluto tra motociclisti.

 

Antico gesto che pare risalga al tempo in cui i cavalieri cavalcavano ancora un sol cavallo per volta e in carne ed ossa. La leggenda narra infatti di un cavaliere solitario in sella al suo destriero da non si sà quanti giorni, che percorreva in salita un sentiero di montagna in una tranquilla giornata di sole. In alcuni tratti egli godeva nello spronare il suo cavallo per sentire il vento attraverso le fessure della sua armatura per poi rallentare e godersi i rumori del bosco che attraversava. Intanto più in alto e più in là verso l'orizzonte si scorgevano già le torri del castello dove era diretto. Al cavaliere gli si illuminarono gli occhi dalla gioia. Quand'ecco scorgere in lontananza ed in direzione contraria la figura di un altro cavaliere che si avvicinava anch'egli felice. Quando i due si incrociarono, quello proveniente dal castello, sollevando la mano destra e con l'indice ed il medio disposti a "V", esclamò: "Mi spiace amico, arrivi 2, la principessa me la son già scopata io!" e si allontanò al galoppo... Ecco quindi come è giunto fino a noi, cavalieri di oggi, il gesto di salutarsi con le classiche dita a "V", poichè quello che non saluta, automaticamente impersonifica il cavalier cornuto...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...