Jump to content

(MT-01) Colore olio pompa frizione


Recommended Posts

Di che colore è il vostro olio dentro la vaschetta del comando frizione?

 

Ieri ho controllato l'olio in questione ed ho notato che il mio è di colore rossiccio scuro tendente al nero.

Proprio un colore schifoso!

 

Ho acquistato dell'olio DOT 4 che si presenta di un bel colorino chiaro tendente al giallino della pipì da birra.

Sulle prime ho pensato ad un rigurgito della frizione :smt078 magari consumata un pelino, ma poi, ragionando, l'olio della pompa serve solo a spingere il

pistoncino che disinnesca la frizione. E quindi non entra in contatto con nessun organo della frizione stessa.

E a memoria, a moto nuova, l'olio in questione, sulla vaschetta era sicuramente di colore più chiaro di adesso.

Hanno forse perso il colore le tubazioni??????

O con il tempo ( 2 anni e mezzo) il colore si scurisce??????

Che cavolo stà succedendo??????

:smt100 :smt100 :smt100

Link to comment
Share on other sites

tranquillo tutto nella norma :-D ...!!!! il colore dell'olio con l'usurarsi diventa sempre più scuro e perde progressivamente le sue caratteristiche chimico-fisiche...questo vale per tutti i tipi di olio in commercio......... più diventa scuro più si avvicina il tempo della sostituzione..... per olio frizione forcelle e freno la sostituzione va fatta ogni due anni !!! ;-)

Link to comment
Share on other sites

Grazie IBI,

ora dormirò tranquillo.

 

Aspetta un attimo.

Altro quesito:

se invece del DOT 4 ci metto il DOT 5 succede qualcosa???? Lo stesso vale per i freni??????

:smt006 :smt006 :smt006

 

 

alloraaaaaaaaaaaaaa..il discorso è il seguente...

1) fra il dot4 e il dot5 non c'è molta compatibilità perchè hanno caratteristiche di comprimibilità diverse .

2) il dot4 è a base glicolica mentre il dot 5 è a base siliconica pertanto non sono miscelabili e se vuoi mettere un dot5 in un veicolo che gia usava il dot4 si dovrebbe lavare accuratamente tutto l'impianto per evitare problemi di frenata.

3) Gli olii freni per rientrare in ciascun standard, hanno bisogno di rispettare una minima temperatura di ebollizione a secco (olio puro) e una minima temperatura di ebollizione a umido, ossia col 3% d'acqua nell'olio (quest'ultima temperatura è inferiore). Questo perchè per l'umidità atmosferica l'acqua si infiltra nei condotti e si mescola all'olio abbassandone il punto di ebollizione.

4) Nelle macchine da corsa l'olio freni è cambiato 1 volta a gara perchè a furia di arroventarsi e raffreddarsi sui freni si forma condensa e l'acqua si intrufola molto di più che nella guida normale ma li usano olii dot4 speciali ed è un'altra storia

5) l'olio dot4 rispetto al dot5 ha una temperatura di esercizio inferiore pertanto nella guida giornaliera dove le temperature dei freni rimangono basse è consigliatissimo il dot4 perchè un dot5 non funzionerebbe a meno che non si cammini con il freno sempre premuto per fare arroventare i freni...

6) Per dare ordini di grandezza sulle temperature, se non ricordo male il dot5 lavorano sui 215°C di temp di ebolliz a secco e 185-190 a umido, i DOT 4 sono sui 190 a secco e 170 a umido, gli oli da corsa sono 250-300-350 °C a secco.

7) la temperatura desercizio dell' olio se questa è alta per garantire il buon funzionamento in un uso intensivo, il rovescio della medaglia è che su strada dove percorri km e km senza mai toccare i freni questa temperatura non è più sufficiente a garantirti un'ottima prima frenata

8) il dot4 è un olio maggiormente igrometrico ( cioè assorbe l'umidità )rispetto al DOT 5 a base siliconica, che non e` igroscopico (quindi non assorbe umidita`).Quindi i DOT 4 che come gia detto sono igroscopici, cioe` assorbono l`umidita`, vedono il punto di ebollizione stanzialmente piu` basso in quanto come tutti sapete l`H20 abbassa il punto di ebollizione....

inoltre questo tipo di fluidi e` circa due volte meno comprimibile di quello a base siliconica, e cio` aumenta il feeling al pedale......

9) l'olio in genere e più o meno igroscopico, termine che indica la tendenza ad assorbire

umidità, quest’ultima viene assorbita attraverso microporosità presenti

su tubazioni, o attraverso le guarnizioni di tenuta. Infatti è proprio

l’umidità che va a compromettere l’efficienza del liquido freni,

modificandone le sue caratteristiche tecniche. Basti pensare che già

dopo un anno viene calcolato che per effetto dell’assorbimento di

umidità è possibile che la temperatura di ebollizione del fluido si abbassi

anche di 80°, ad esempio se il nostro fluido inizialmente andasse

in ebollizione a 240°C , scenderebbe a 160°C, inoltre frenando e

innalzando la temperatura le particelle di acqua si trasformano

in vapore, che è comprimibile dando luogo a una la frenata spugnosa

e inefficace.

10) Altra cosa da tener presente è che se rabocchiamo un serbatoio che

contiene del liquido DOT 4 con del DOT 3 andremo ad abbassarne

le proprietà generando un DOT 3, fanno fede le caratteristiche più

basse in caso di miscelazione.

11) DOT 3--> DOT 4-->DOT 5.1-->DOT 6.1 Il liquido DOT 5 fa categoria a se, la sua formulazione è completamente

differente, esso non è a base glicolica ma siliconica, questo creà una

incompatibilità con la maggioranza degli impianti frenanti.

Se volgiamo usare un DOT5 dobbiamo avere l’impianto frenante

compatibile e in ogni caso non deve esserci traccia di altro liquido,

tipo DOT3 /DOT4/DOT5.1/DOT6.1, pena seri danneggiamenti

delle guarnizioni di tenuta della pompa e della pinza freno.

Chi per caso usasse dell’olio DOT5 al posto del DOT4 deve sapere che

avrà l’impianto contaminato, e si consiglia di svuotare l’impianto e di

pulirlo e per non causare danni alle guarnizioni si raccomanda di lavare

i componenti pompa, pinza e disco, solo con alcool o acqua.

12) attenzione !! il dot5 ( questo è un olio a se per caratteristiche di solito si mette per impianti con tubi aereonautici)non è il dot5.1

 

 

riepilogando:, esistono attualmente in commercio due tipi di fluidi, il primo a base siliconica contrassegnato dalla sigla DOT 5, MOLTO POCO sensibile all`umidita` ma con carateristiche di comprimibilita` che danno luogo ad un pedale del freno spugnoso....poi c`e` l`altro tipo a base glicolica che è meno comprimibile ma da più sensibilità ed è più efficente nelle frenate in condizioni di guida giornaliere

 

serve altro......... ;-)

 

dimenticavo :

nb. è un corrosivo, infatti se per un motivo qualsiasi si dovesse sporcare

una qualsiasi superficie è consigliabile pulirla immediatamente, riesce a

intaccare senza difficoltà anche la vernice della carrozzeria ed i metalli;

 

Le specifiche DOT si riassumono con questi valori:

dbp (dry boiling point)

 

Punto di ebollizione minimo

DOT 3 : 205°C

DOT 4 : 230°C

DOT 5 : 250°C

DOT5.1: 260°C

DOT6.1: 315°C

 

wbp (wet boiling point)

 

Punto di ebollizione minimo in umido

 

DOT 3 : 140°C

DOT 4 : 155°C

DOT5.1: 175°C

 

Questi sono gli intervallo di cambio liquido consigliati:

 

 

DOT 3 : cambio ogni 24 mesi

DOT 4 : cambio ogni 12 mesi

DOT5.1: cambio ogni 6 mesi

DOT6.1: ogni gara o 500Km.

 

ATTENZIONE : è fondamentale che le parti in gomma non vengano

mai messe a contatto con prodotti derivati dal petrolio (benzina, nafta,

ecc.) in quanto ciò causerebbe un pericoloso deterioramento di esse.

 

 

ATTENZIONE : dopo aver lavato con acqua e detergente l’impianto

dovremo prenderci cura che nessuna goccia d’acqua rimanga all’interno

dello stesso, magari aiutandoci con un getto di aria compressa soffiamo

il tutto accuratamente.

 

 

ATTENZIONE : il liquido dell'impianto frenante, oltre a danneggiare

le parti verniciate, è dannosissimo se portato a contatto degli occhi o

della pelle. Lavare abbondantemente con acqua corrente la parte

interessata in caso di accidentale contatto e consultare immediatamente

un medico. Comunque operare sempre in sicurezza con le mani protette

da guanti. Non ingerire e tenere lontano dalla portata dei bambini.

Link to comment
Share on other sites

Io sono 'gnurant e non mi permetterei mai anche solo di osare avvicinarmi alle alte cime, bla bla bla... ma vorrei aggiungere, fermo restando tutto quello che l'isolano Ibiza scrive, che sulle confezioni di MOTUL di DOT5 c'è scritto che si può mescolare anche con il DOT4 e con il DOT3. Anche se il mio meccanico di fiducia mi aggiunge che il nostro "normale" DOT4 è più che sufficiente per noi comuni mortali anche se con velleità sportive. Mentre il DOT6 non si deve usare perché necessita di tubazioni apposite.

Link to comment
Share on other sites

l'importante è che abbiano la stessa base o siliconica o glicolica... non mischiare mai prodotti diversi per....poi o dot3 , dot4 , dot5.1 ....non importa basta leggere bene le caratteristiche ...certo se metto un olio dalle caratteristiche da pista e ci cammino normalmente per strada quell'olio non entrerà mai in funzione come deve, pertanto diventa meno performante rispetto ad un olio per uso stradale...

uno dei migliori olii oltre a quelli prodotti dalla motul ce il ..Castrol SUPER DOT4

Link to comment
Share on other sites

il liquido della frizione diventa scuro xchè si muove e ad ogni rilascio della leva si ha un lieve ritorno di liquido in vaschetta e piano piano si mischia diventando tutto piu scuro...

x la frizione il 5.1 è assolutamente inutile

Link to comment
Share on other sites

Mi fate quasi paura!!!!!mi inchino davanti a cotanta sapienza , grande IBIZA eletto maestro supremo della tecnica motociclistica, anzi ,ancor di più DIVINITA PAGANA DELLE 2 RUOTE MOTORIZZATE!!!!!!! super complimenti PS mi sà caro IBIZA che se ti impegni riesci a trasformarmi il mio motoruccio originale in uno stage III con la sola forza del pensiero, ti andrebbe di provarci?

Link to comment
Share on other sites

Mi fate quasi paura!!!!!mi inchino davanti a cotanta sapienza , grande IBIZA eletto maestro supremo della tecnica motociclistica, anzi ,ancor di più DIVINITA PAGANA DELLE 2 RUOTE MOTORIZZATE!!!!!!! super complimenti PS mi sà caro IBIZA che se ti impegni riesci a trasformarmi il mio motoruccio originale in uno stage III con la sola forza del pensiero, ti andrebbe di provarci?

 

:-D :-D ...magari potessi..io tutto quello che metto nel forum lo cerco in giro tra web, officine ed altro per dare chiarezza a tutti quei simboli tecnici che di solito sembrano provenire da un'altro pianeta....nessuno nasce imparato..ma il sapere ci aiuta a non farci prendere per il c@@o da chi ci vuole truffare.... ;-)

Link to comment
Share on other sites

 

il mio è di colore rossiccio scuro tendente al nero.

Proprio un colore schifoso!

 

Ma come olly,non ti ricordi........l'ultima volta ci hai messo dentro l'avanzo della "Ceres scura" che c'eravamo scolati da te....hehehehehehe

Ecco svelato il colore e risolto il tuo problema.... \:D/ \:D/ \:D/ \:D/ \:D/ \:D/ :smt030 :smt030 :smt030 :smt030 :smt030 :smt030 :smt030

Link to comment
Share on other sites

tranquillo tutto nella norma :-D ...!!!! il colore dell'olio con l'usurarsi diventa sempre più scuro e perde progressivamente le sue caratteristiche chimico-fisiche...questo vale per tutti i tipi di olio in commercio......... più diventa scuro più si avvicina il tempo della sostituzione..... per olio frizione forcelle e freno la sostituzione va fatta ogni due anni !!! ;-)

Ogni 2 anni??? allora sarebbe ora di cambiare il mio...il conce non mi ha detto nulla :evil:

domani vado a rompere :twisted: :twisted:

 

e secondo voi quanto tempo ci devono perdere???

fate conto che sabato mi fanno 1 mini tagliando...e io devo partire domenica mattina :shock: ....speriamo bene :-# ...sgrat...sgrratt

Link to comment
Share on other sites

in 40 minuti fanno olio frizione e olio freni..... se poi perdono tempo in chiacchere ti dicono che hanno dovuto smontare l'impossibile per non dirti che hanno perso tempo in chiacchere e pausa sigaretta ...e ti becchi di pagare un'ora e mezza di manodopera..... ;-)

Link to comment
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...