Jump to content

Peter Lenz - R.I.P. :(((


AD MAJORA

Recommended Posts

13 anni ... http://www.facebook.com/pages/Peter-Lenz/70479071698

E' più pericolosa la strada della pista, ma i ragazzini devono girare nelle piste piccole, nei kartdromi o giù di li. Non a Indianapolis. Non dovrebbe fregare niente se diventeranno campioni qualche anno dopo, ma i bambini devono giocare :!: Le cose serie, quelle pericolose, le devono fare gli adulti. A quella età non si può guidare neanche un cinquantino per strada :!:

 

:cry:

Link to comment
Share on other sites

Queste le parole del padre dopo la perdita del figlio..... :

 

«Peter è morto questa mattina presto quando è stato apparentemente colpito da un altro pilota. È deceduto facendo quello che amava. Il mondo ha perso una delle sue più brillanti luci. Dio benedica Peter e l'altro pilota coinvolto».

 

....io dico : hai perso tuo figlio..... :-(

Link to comment
Share on other sites

... ma, dico io: tuo figlio si è schiantato da poche ore con la moto e tu che fai :?: prendi l'iphone e mandi un messaggio su fb :?: :shock: #-o :!:

Non voglio giudicare nessuno; però penso che sia uno di quei genitori - americano per di più - esaltati dalle capacità sportive dei figli che li incitano a fare sempre di più, ad andare sempre più forte scordandosi che lo sport deve essere prima di tutto divertimento, soprattutto da ragazzini. Basta guardare le foto pubblicate sulla pagina di fb del figlio per intuire :-| La frase "è morto facendo ciò che amava" può essere piena di retorica e comunque non adatta ad un bambino di 13 anni che non sa neanche quale scuola superiore scegliere :!: Chissà se veramente era quello che LUI amava fare :-#

Link to comment
Share on other sites

... ma, dico io:...

=D> =D> =D> Bravo Beppe, certe cose le può scrivere solo chi è padre di due figli. Ricordiamoci anche che negli U.S.A. ci sono i concorsi di bellezza per bambine dove queste povere figlie disgraziate di genitori dementi sfilano conciate come tante Barbie, il tutto per soddisfare l'ego dei genitori, ma dove almeno le poverette non rischiano la pelle, al massimo rischiano di acquisire la cretinità dei genitori. In questo caso invece la stupidità ha fatto un'altra vittima innocente.

 

 

P.s.: Da qualche parte ho letto Facebook (che all'incirca si pronuncia: feisbuuc) scritto proprio come FESSBOOK, proprio per l'idiozia di come viene usato da troppi.

Link to comment
Share on other sites

... ma, dico io:...

=D> =D> =D> Bravo Beppe, certe cose le può scrivere solo chi è padre di due figli.

 

Oppure si leggono qui. http://www.motonline.com/motogp/articol ... c-commenti

:)

A parte gli scherzi, che mi permetto qui, solo per l'amicizia che ho con voi, condivido pienamente le parole qui scritte e dette. Però c'è da dire che

i grandi campioni sono partiti da lontano quando erano ancora piccoli. Questo è uno sport estremamente pericoloso e chi corre sa benissimo che il rischio

c'è. Poi ci sono i genitori incoscienti e malati. Tuttavia il piccolo Peter sembra che fosse una rivelazione.

Concludendo, So solo una cosa, che non vorrei per nessuna cosa al mondo essere ora suo Padre; primo perchè perdi un figlio in questo modo, poi perchè magari l'aveva

instradato lui alla carriera.... Sarà un peso incredibile da portare nella vita. :cry: :cry: :cry:

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti...

 

penso anch'io che Davide abbia ragione... I grandi di adesso sono partiti da molto lontano e da molto giovani.. come in tutti gli sport.. o quasi!!! Forse l' idiozia è stato metterlo su una 250 4 tempi ... o è veramente il fato... Non sono nessuno per giudicare il padre e chiunque... e non sono pienamente d' accordo con Gerribs quando dice che solo un padre di due figli... assolutamente... chi ha un minimo di cervello, cuore e sensibilità può capire...

 

Ora il bambino non c'è più, tanto rispetto per la sua morte... ma ricordiamoci che fino ad una certa età sono i genitori che scelgono per i figli... scuola, educazione ... non penso che se Rossi avesse avuto un papà ciabattino fosse potuto diventare quello che è/era!

 

Un saluto

 

Massi

 

Se a 10 anni non avessi sognato di andare in moto... nonostante i miei non volessero sentire di moto non ne avrei comprate 2 di nascosto ... è una passione che nasce da piccoli... e da come andava... l'aveva dentro... perchè se non ce l'hai non corri così ...

 

Ps. Modifica... Sono d'accordo sulla caduta di stile... ma penso che certe volte il dolore spiazzi chiunque... si reagisce in modo diverso...

Link to comment
Share on other sites

cari amici,

amo le moto, le ho sempre amate, e con loro tutti gli sport motoristici a due o quattro ruote.

non riuscivo a capire l'ansia di mio padre quando, appena quattordicenne, uscivo in moto, la mia cara et 50 aprilia, e facevo anche solo 2, e dico due,

minuti di ritardo.

ora ho 38 anni due figli, di cui il maschio di 10 anni è stato contagiato dalla mia passione, e io ho già paura, paura di essere causa involontaria di una sua

sofferenza,

non so se il padre di quel ragazzino abbia realizzato. se sia stato lui a scrivere la notizia, sconvolgente, della scomparsa del suo bambino su un social network

so solo che non è nell'ordine delle cose sopravvivere alla propria prole.

il povero peter e' morto facendo ciò che amava?

vai a cacare mr. lenz, il povero peter è morto e basta e tu non lo rivedrai più!

 

scusatemi!

Link to comment
Share on other sites

Sono solo un figlio e rimarrò solo un figlio!!!

 

Mi chiedo allora perchè non si smetta di andare in moto una volta genitore? Lo so, può sembrare una domanda provocatoria ed arrogante.. ma non lo vuole essere!!! Chi mi conosce lo sa!!

 

Come ogni padre ha paura di perdere un figlio... pensa alla paura delle mogli e di alcuni figli nella possibilità di poter perdere il padre/marito!! Nel momento che accetto di andare in moto accetto tutti i rischi...(ma io ho 33 anni e molte volte mi si scollega il cervello) i miei hanno sempre avuto paura e non mi hanno mai preso una moto.. ho aspettato di essere maggiorenne e l'ho presa!!! Ci sono in giro tanti scalmanati... compreso gente come me che non sa andare in moto perchè arrivato troppo tardi ad imparare... quindi cos'è meglio... avere paura ma educare un figlio ad andare in moto già da tempo od altro? Io appunto non sono padre e non credo che lo sarò mai e sinceramente non vi invidio... ma certe volte penso che nella vita si facciano scelte contraddittorie...

 

Un saluti a tutti

 

Max

Link to comment
Share on other sites

ma... difficile giudicare, un incidente può capitare a chiunque, qui certo l'età del pilota fa impressione, ma i tredicenni di oggi fanno molto di peggio e allora meglio una vita "sana" apparentemente rischiosa, perchè anche per strada si muore e molto piu stupidamente...

Link to comment
Share on other sites

è vero gli incidenti capitano... a tutti.

la cosa criticabile è il modo scelto da un padre per dire al mondo che ha perso un figlio.

forse, anzi, sicuramente sono molto lontano dal pensiero anglosassone, forse questo è il loro modo di affrontare le cose,

forse sono un po' troppo meridionale (i figl' so' pezz'e core) ma.... non ce un ma.

è morto un bimbo :cry:

Link to comment
Share on other sites

ciao Massi, come sempre prendi le cose sul personale.

Ci sono persone senza figli con più senso paterno di genitori con prole numerosa, è vero, ma non è detto il contrario.

A 13anni uno fà quel che il genitore gli ha insegnato (preciso l'esempio di Rossi) ma non è detto che ama quel che fà.

Divulgare la notizia su quel canale può avere solo due ragioni, la prima è sensazionalismo, la seconda è informare "gli amici" dell'accaduto. La diffusione di questi mezzi di comunicazione mi da pensare alla seconda.

Ciò non toglie che un figlio non dovrebbe sopravvivere al genitore, non è naturale e dovrebbe creare un'emozione diversa da quella vista, almeno noi ce l'aspettiamo. Il padre "dovrebbe" essere pronto a dare la vita per un figlio (è un'esagerazione), a preservarlo dal pericolo, dalle tentazioni, perché lui sa cosa succede, c'è passato e non vuole che il figlio soffra (parola di padre) ma come avrai avuto modo di notare ho usato due termini, "genitore" e "padre", non sono la stessa cosa è come dire possedere una moto od essere motociclista.

Io sò cosa si prova solo a rischiare di perdere il figlio, rabbia e dolore indescrivibili, la perdita di mia madre mi ha fatto soffrire ma era rimorso di cose non dette, consapevolezza di non vederla mai più ma, alla fine, ognuno reagisce al dolore come crede.

Grazie a D-o non siamo tutti uguali.

Peter, Allah maak, Allah o hakbar. Amen.

:smt006

Link to comment
Share on other sites

Beh Ciao Omar,

 

la becco sul personale perché ogni cosa la vivo secondo la mia persona... altrimenti sarei solo retorico e bla bla bla!!! E visto che si tende a sottolineare che chi solo ha figli possa capire meglio di chi non ne ha, sinceramente la trovo un po' forzata... voglio dire la mia... e non la dico perché so che non posso avere figli!!! Da figlio penso il dolore che posso arrecare ai miei se dovessi andarmene e penso che da genitore il timore/dolore sia esponenziale!!!

 

Penso che possa anche non essere stato il padre a fare quella dichiarazione...un ragazzino sembra andare come un missile... può avere già uno staff che segue queste cose... poi ognuno vive le cose a suo modo!!! Poi è anche vero che in alcuni paesi si vive l' essere genitore mettendo il figlio sempre alla prova per prepararlo alla vita e chi invece lo continua a proteggere... (ragionamento per esasperare i toni ed accentuare il contrasto dei stili di vita)... quindi rimando dell' idea che il padre non debba essere giudicato... perché altrimenti bisognerebbe criticare tutti quelli che fanno fare sport rischiosi... perché nel momento che glielo fai fare... già sei complice di tuo figlio e se dovesse succedergli qualcosa, tu genitore ti senta in colpa... e cerchi il TUO modo di convivere con questo dolore!!! Sinceramente non vorrei essere nei panni di quel padre!

 

Un saluto a tutti!!!

 

Max

Link to comment
Share on other sites

visto che lo puntualizzi di nuovo, vorrei ricordarti che è vero che non potrai essere genitore ma ciò non esclude che tu possa essere un buon padre, migliore di tanti genitori :-D

:smt006

Link to comment
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...