Jump to content

Incontro di fine stagione presso

image.thumb.png.83de68daa241b5ada424d3398481f346.png

Fiorenzuola d'Arda (PC)

Domenica 10 dicembre 2023

 

 

Oggi è arrivato!!

Incontro di fine stagione

image.thumb.png.83de68daa241b5ada424d3398481f346.png

Fiorenzuola d'Arda (PC)

Domenica 10 dicembre 2023

 

 

 

(TRACER 9 GT) SUS Sensor calibration


Lorenzo9GT

Recommended Posts

Ciao a tutti, mi chiarite una cosa: nel libretto di uso e manutenzione si dice che "dopo ogni manutenzione sulla sospensione posteriore bisogna fare la calibrazione", ma per manutenzione intendono interventi che mettono fisicamente le mani sul mono o ci si riferisce anche solo a una regolazione del precarico? O comunque dopo una modifica del precarico è comunque consigliabile fare la calibrazione e cosa comporta il non farla? Garzie

Link to comment
Share on other sites

  • etorty changed the title to (TRACER 9 GT) SUS Sensor calibration

Dubito proprio che per manutenzione intendano la semplice regolazione del precarico: quello dovresti regolarlo a seconda che tu vada da solo, in coppia, e/o con bagagli... fare una calibrazione dopo ogni cambiamento sarebbe un incubo.

Io credo che intendano dopo la manutenzione che si fa ad intervalli di molti "milachilometri".

 

E' solo la mia opinione... sentiamo comunque altri pareri.

Link to comment
Share on other sites

Mi permetto di precisare perchè agisco abbastanza spesso sul precarico posteriore e quindi anche sulla necessaria successiva calibrazione:
dopo aver regolato a piacere il precarico con il comodissimo manopolone il libretto non raccomanda altro che una 'calibratura del sensore', che comporta di mettere la moto sul cavalletto centrale, entrare nel menu delle impostazioni e selezionare "SUS. Sensor Calibration", confermare quindi l'operazione ed attenderne la fine.
Da quello che ho capito viene calibrato il sensore collegato al braccetto a sua volta collegato al forcellone. Lo si vede in vicinanza del manopolone di cui sopra che regola il precarico.
Così l'ho capita io...altrimenti ho fatto sempre questa operazione per niente 😁

Link to comment
Share on other sites

Non vorrei averla scritta più complicata di quanto non sia farla, questa calibrazione. Per rispondere a "etorty" direi che non è un incubo, ci vogliono pochi secondi.
on ho idea di quanto grave sia regolare il precarico senza effettuare la calibrazione, immagino che cambiando il precarico si modifichi l'assetto della moto, soprattutto in frenata ma non solo. A questo punto l'elettronica che deve agire anche sulle forcelle potrebbe non avere le informazioni corrette per intervenire.
Sempre mia opinione, se qualcuno conosce meglio la questione, lo dica anche smentendomi

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Per non aprire un nuovo thread a proposito di sospensioni elettroniche chiedo:

se ho interpretato bene il manuale di usosembrerebbe che lo smorzamento non si possa variare durante la marcia😱

A rigor di logica non vedrei ll plus rappresentato dal controllo elettronico

Parimenti sembra che non si possa cambiare in marcia la mappatura motore....

vorrei sapere l ´eventuale motivo e come vi comportate in merito.....

Link to comment
Share on other sites

Il fatto che determinati comandi, che variano attivamente il comportamento del mezzo, non sono azionabili durante la marcia per evitare reazioni improvvise e potenzialmente pericolose.

IMHO 

Link to comment
Share on other sites

ok per le mappe,come avveniva anche sul 1250GS.....(chiudere il gas azionare il cambio)per quanto riguarda il BMW era possibile cambiare anche l ´idraulica (road/dynamic)a seconda delle condizioni dell ´asfalto.

Spero che si possa fare anche sulla 9GT,a seconda della bisogna,perché fermarsi tutte le volte non mi sembra molto pratico

Link to comment
Share on other sites

In marcia quello che puoi fare per le sospensioni è cambiare la mappa da rigida a morbida o viceversa, sempre chiudendo il gas, ma non hai altro modo di agire mentre si sta andando 

Da ricordare che sono semi attive e non attive

Link to comment
Share on other sites

Confermo. È l'idraulica che viene gestita elettronicamente in automatico. Non esistono materialmente le viti di regolazione della compressione ed estensione.
Dal lato sinistro del manubrio, in marcia e con il gas in rilascio, si possono selezionare 2 situazioni diverse: SUS-Mode A-1 A-2
Il precarico è invece manuale, ci sono le due viti sulle forcelle e la manopola rotonda poco sopra la staffa passeggero. Su quest'ultima manopola, con un po' di 'fantasia', si può agire anche in marcia esattamente come nel 900GT. Sul manuale, come già riportato nei commenti precedenti, raccomandano la calibrazione del sensore una volta che si agisce sulla manopola, che è da eseguire con moto ferma sul cavalletto centrale per avere il forcellone scarico.  

Link to comment
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...