Jump to content

(MT-03) ABS fai da te ..


Muntagnin
 Share

Recommended Posts

visto che sono in dirittura di arrivo con l'elaborazione di TìSalt metto altra carne al fuoco... tanto per non stare con le mani in mano comincio a pensare ad un ABS fatto in casa.

 

Vagando per la rete ho trovato:
http://www.conti-online.com/www/automotive_de_en/themes/two_wheelers/electronic_brake_systems/minimab_en.html

 

La cosa mi intriga violentemente..

Senza andare a cacciarci nei sistemi a più canali ... avere un ABS solo sull'avantreno non sarebbe male.

Vogliamo parlarne?

Edited by Muntagnin
Link to comment
Share on other sites

Accidenti Munta!!

Non fai tempo a finirne una, che ne hai già almeno tre in mente da fare...

Per quel che ne so, un ABS solo davanti sarebbe già un bell'aiuto, e tecnicamente se hai centralina, ruota fonica e sensore, non dovrebbe essere una cosa impossibile da realizzare.

Intanto complimenti anche solo per volerci provare!

Link to comment
Share on other sites

Sono rimasto incuriosito dal filmatino che ho inserito all'inizio.
In effetti non compare la ruota fonica sulla ruota posteriore .. e mi sono posto la domanda di come faccia a sapere che si stà muovendo?

Direi con un sensore inerziale piezoelettrico ... in pratica quest'aggegio potrebbe chiacchierare con la centralina.
Per certo non avrebbe la precisione di una ruota fonica, ma per lo meno la centralina saprebbe se il mezzo si muovo od è fermo

 

Per la ruota fonica la si potrebbe montare solidale con il mozzo o magari con il disco del freno .. .. mi sembra che quando saremo arrivati a cercare la soluzione al problema dell'attacco ... saremmo già molto avanti


penso di aver scoperto l'acqua calda ...

"Loro" hanno un sensore ... apposito.

 

http://www.conti-online.com/www/automotive_de_en/themes/two_wheelers/sensorbox_en.html

 

questo risolve il problema di avere due ruote foniche .. ma soprattutto di avere 2 canali

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Non ho capito bene perché "non intendo idioma".

 

Se non misuri, e compari, le due ruote puoi(non so come) programmare una curva di decelerazione. Il problema è che non si decelera sempre allo stesso modo, intendo come massimo sopportabile dallo pneumatico prima di perdere aderenza, senza contare il cambio di mescola, condizioni terreno e inclinazione veicolo.

 

Diciamo che se tari la massima frenata in estate con gomme supersportive, asfalto ottimo ed a moto dritta, in tutte le altre condizioni non interverrebbe mai e si bloccherebbe.

 

Se lo tari a gennaio con 3gradi, asfalto umido e sporco, magari a moto leggermente inclinata, d'estate alle condizioni sopra citate interverrebbe continuamente impedendoti, di fatto, di frenare.

 

:)

Link to comment
Share on other sites

Ho pensato a cosa avrei fatto io senza un segnale dalla ruota posteriore.

Dai disegni presenti in quel sito non c'è traccia di un segnale aggiuntivo.

 

Spulciando tra i vari link interni si nota la presenza di un sensore dedicato a misurare i valori di accellerazione longitudinale .. laterale .. longitudinale .. verticale.

 

A mio parere, questo sensore "dice e sà" se il veicolo è in movimento. Per farla breve .. si presuppone che se il veicolo si muove .. la ruota dovrebbe girare ...

 

Chiaramente non è una lettura precisissima, ma più che altro un ON-OF .. in pratica percepisce se il veicolo si muove o non si muove. Per un sistema "elementare" questo potrebbe bastare.

Edited by Muntagnin
Link to comment
Share on other sites

Quello che mi rende perplesso è che il sistema capisce che sei in movimento e quindi impedirà il bloccaggio della ruota, ma per scivolare non è necessario che si fermi, basta che gira molto meno di quanto dovrebbe fare. Immagina di essere in piega a 100km/h, pinzi e trovi dello sporco, la ruota rallentare a 50km/h senza fermarsi completamente e lo pneumatico scivola. Quando la ruota si ferma, e il sistema allenta la presa è troppo tardi.

 

Naturalmente spero di sbagliarmi :)

Link to comment
Share on other sites

Da quello che ho capito io analizzando il filmato, questo sistema non aspetta che la ruota si blocchi, interviene prima riducendo la pressione dei freni quando la decelerazione é troppo rapida e c'é il rischio che la ruota anteriore si blocchi. 

Guardate bene la sequenza dei messaggi:

- Driver applies front brake

- Front wheel deceleration too high - danger of locking!

- Pressure decrease

- Pressure decrease stabilizes front wheel

- Pressure increase

- Pressure decrease

- Pressure increase

essendo cosí, non vedo a cosa serve un altro sensore di movimento, oltre quello sulla ruota fonica.

Link to comment
Share on other sites

E comunque, come dicono "loro", é un sistema adatto agli scooterini e le piccole moto.

 

Per le medie e grandi moto penso sia opportuno usare almento due canali. Come diceva qualcuno in un vecchio post, la nostra vita é direttamente collegata ai freni.

Link to comment
Share on other sites

Pitanga ...da noi si dice .. pitost che niente a l'è mei pitost .. (piuttosto di niente .....)

Il mio folle pensiero è quello di adattare un sistema "semplice" alla motoretta.

In fin dei conti non abbiamo a che fare con un mostro di potenza.

Comunque è un pour parlè .. tanto per stimolare gli amici a ragionare su qualcosa che non sia il solito cambio di leve .. pneumatici .. candele .. olii .. ect ect

Metti mai che riusciamo con relativamente pochi Neuri a rendere più sicura la motorella .. non credo che sarebbe male .. giusto?

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Da quello che ho capito io analizzando il filmato, questo sistema non aspetta che la ruota si blocchi, interviene prima riducendo la pressione dei freni quando la decelerazione é troppo rapida e c'é il rischio che la ruota anteriore si blocchi.

Ma così fosse, chi glie le dice al sensore le condizioni dell'asfalto? Dando per scontato che sappia quando sei dritto o in piega.

 

:)

Link to comment
Share on other sites

Vero, ma compara la velocità fra le due ruote, se la posteriore gira a 700rpm e, frenando, l'anteriore a 650rpm non interviene, a 649rpm si.

 

Naturalmente sono numeri a caso, loro hanno calcolato, facendo prove, un limite di sicurezza. Maggiormente la moto è dritta e maggiore la differenza fra ant e post, oltre l'accelerometro rileva la decelerazione, se la differenza è al limite e la decelerazione poca significa che stai scivolando. Se la decelerazione forte e la differenza contenuta vuol dire che hai grip.

 

Maggiormente la moto sarà inclinata, maggiormente la differenza consentita sarà inferiore.

 

:)

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...